REGIONE. Delibera della Giunta veneta dà il via libera a una serie di finanziamenti dopo anni di tagli e risparmi
Sono destinati alla Ulss 9 Scaligera e all’Azienda ospedaliera per la nuova struttura per la Donna e il bambino e per il Policlinico

Arrivano 32 milioni di euro per la sanità veronese: una boccata di ossigeno dopo anni di risparmi e di tagli. L’investimento è stato illustrato dall’assessore veneto alla Sanità Luca Coletto, veronese: «Nell’ultima seduta della Giunta regionale abbiamo dato il via a una vasta operazione di finanziamento di progetti nella sanità veneta per un totale di 73 milioni di euro. Di questi, 31 milioni 980 mila sono destinati all’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona e all’Ulss 9 Scaligera».Coletto tiene poi a evidenziare «la quantità e la qualità degli investimenti» riservati alla sanità scaligera.«Sono tutti progetti estremamente qualificanti – dice l’assessore – che riguardano sia l’Azienda con l’Ospedale della donna e del bambino e con investimenti su Borgo Roma, sia l’Ulss, con importanti novità per gli ospedali di Legnago, San Bonifacio e Villafranca».«Veniamo da 7 anni di tagli lineari nazionali», ricorda l’assessore Coletto, «senza l’ombra di costi standard calati anche in Veneto dai Governi Monti, Letta e Renzi – dice Coletto – il che ci autorizza a dire che è stata compiuta un’impresa, che dedico anche a chi, a ogni tornata elettorale, attacca la solfa della sanità veronese trascurata dalla Regione. Parole, alle quali rispondiamo con questi fatti».Questi gli interventi nel dettaglio.Ulss 9 Scaligera: acceleratore lineare per l’ospedale di Legnago (1.700.000); Tac 64 strati per l’ospedale di San Bonifacio (347.700); Tac 64 strati per l’ospedale di Legnago (347.700); risonanza magnetica 1,5 tesla per l’ospedale di San Bonifacio (951.490); angiografo cardiologico per l’ospedale di Legnago (574.705); attrezzature e arredi per l’ospedale di Villafranca (2.992.927).Totale 8.015.751.Azienda Ospedaliera di Verona: attrezzature per l’Ospedale della Donna e del bambino, adeguamento nuove aree dell’ospedale Borgo Roma e Geriatrico (23.120.000); centralizzazione dell’allestimento dei farmaci antiblastici (845.00)Totale 23.965.000 euro. Complessivamente la delibera approvata nell’ultima seduta, la Giunta regionale ha dato il via libera a una vasta operazione di finanziamento per investimenti e acquisti di attrezzature e macchinari negli ospedali di tutto il Veneto per un totale di 73 milioni 666 mila 514 euro. © RIPRODUZIONE RISERVATA