LE MISURE ANTITERRORISMO. In vista dei mercatini nel centro storico e in varie zone cittadine, l’Amministrazione mette a punto provvedimenti insieme alla questura.
Per Santa Lucia si sposteranno le barriere anticarro così in Bra passeranno solo i bus. Altri test per il sistema conta persone

Le bancarelle di Santa Lucia in piazza Bra, l’anno scorso. Quest’anno la tradizionale manifestazione sarà in programma dal 9 al 13 dicembre
Sicurezza antiterrorismo e barriere anticarro per i mercatini di Santa Lucia e per quelli di Natale: l’Amministrazione comunale alza l’asticella dei controlli e delle misure da adottare. E, in previsione di incontri nella settimana entrante con la questura per definire nel dettaglio i provvedimenti – dopo quanto deciso nel Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza – spunta una novità per la manifestazione dei banchetti di Santa Lucia, in programma dal 9 al 13 dicembre. Palazzo Barbieri infatti ha deciso una collocazione diversa, rispetto a quella attuale, dei «new jersey» di cemento in Bra, per fare in modo che di fronte da corso Porta Nuova fino a via degli Alpini, passando di fronte alla Gran Guardia, possano transitare soltanto gli autobus.Unito al sistema tecnologico Orwell, il conta persone per i visitatori in piazza di Signori e in cortile Mercato Vecchio durante i mercatini di Natale (17 novembre-26 dicembre), il nuovo piano ha obiettivi sempre più elevati. Tanto più dopo i disordini di Torino, in piazza San Carlo, ma anche dopo il recente attentato in strada, a New York.
BARRIERE PER SANTA LUCIA. Per i banchetti di Santa Lucia, in programma in piazza Bra dal 9 al 13 dicembre, Palazzo Barbieri prevede una diversa collocazione delle barriere antiterrorismo, decorate dagli studenti dell’istituto d’arte Nani-Boccioni. Ora sono all’inizio di piazza Bra lato Liston (quattro), con la presenza di tre militari e di una camionetta; poi altri cinque in Bra lato Palazzo Barbieri. A questi si aggiungono tre fioriere sul Liston, che pure fungono da barriere.Per le giornate delle bancarelle invece, come riferisce l’assessore alla mobilità Luca Zanotto, verranno poste due barriere davanti ai portoni della Bra, con la camionetta e i militari presenti a presidiare la zona. Un’altra sarà all’ingresso di via Roma, lato piazza Bra, e tutte le altre in via degli Alpini, all’altezza del semaforo tra il municipio e il marciapiede dove c’è l’edicola.PRESIDIO. «Da corso Porta Nuova fino a via degli Alpini, passando quindi sotto i portoni della Bra e davanti alla Gran Guardia verrà lasciato libero il passaggio soltanto per i mezzi del trasporto pubblico locale, cioè gli autobus», dice Zanotto, coinvolto nella programmazione delle misure antiterrorismo con il collega alla sicurezza, Daniele Polato, e con il comandante della Polizia municipale Luigi Altamura.ALTRI STRUMENTI. «Terminata la manifestazione di Santa Lucia, quindi dal 13 dicembre in poi», puntualizza Zanotto, «le barriere anticarro in piazza Bra torneranno nella posizione attuale. Più avanti provvederemo a installare le nuove barriere, definitive», aggiunge Zanotto, alludendo a quelle “a scomparsa”. Cioè i cilindri “Pilomat” di metallo, azionabili con il telecomando, di dimensioni maggiori però di quelli già usati in alcune strade e piazze del centro e non solo, visto che si prevede di bloccare camion e mezzi pesanti.OCCHI ELETTRONICI. Massima allerta dell’Amministrazione e delle forze dell’ordine anche in vista dei mercatini di Natale, in programma dal 17 novembre al 26 dicembre in vari punti della città. In piazza dei Signori e in cortile Mercato Vecchio, come da tradizione degli ultimi anni, con i prodotti di Norimberga, ma da quest’anno anche in altre quattro zone: lungadige San Giorgio, Castel San Pietro, piazza San Zeno e giardini di piazza Indipendenza, vicino alle ex Poste. L’obiettivo di Palazzo Barbieri – come ha detto il sindaco Federico Sboarina con l’assessore al commercio Francesca Toffali – è quello di decentrare gli eventi, per far vivere altre parti della città e anche per decongestionare un po’ il cuore del centro storico.A impedire un assembramento superiore ai limiti penserà tra l’altro per piazza dei Signori e cortile Mercato vecchio, durante i mercatini, l’occhio elettronico Orwell. Sarà collocato su due antenne al centro delle due piazze. È il sistema conta persone messo a punto da Igm Italia – ancora testato in questi giorni nei punti interessati – che consentirà di conoscere in tempo reale il numero di visitatori delle due piazze cittadine. Ciò per limitare l’ingresso e favorire un deflusso ordinato, una volta raggiunta la capienza massima stabilita dalle norme di sicurezza in vigore, che prevedono non più di due persone per metro quadrato. Il limite per piazza dei Signori sarà di 5.500 persone tra i banchetti, mentre cortile Mercato Vecchio dovrà chiudere a quota 2.500. Agli accessi alle due piazze ci saranno anche degli «steward» per regolare l’accesso e il deflusso, in pratica evitando che se si raggiunge il limite massimo entrino altre persone, o facendo uscire quelle in sovrappiù.

Enrico Giardini

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 11

Data: 5/11/2017

Note: Enrico Giardini