Il Mobility Day; per chi ha l'auto diesel Euro 3 fermata dall'ordinanza antismog, c'è la possibilità di una tessera per il trasporto pubblico

LOTTA ALL’INQUINAMENTO. Card per i proprietari di veicoli fuori norma ed esclusi dalle deroghe
Sono riservate ai cittadini che dimostrano di non poter circolare per il blocco antinquinamento. La Mover sarà già caricata con 15 euro
LAURA PERINA
Il Mobility Day; per chi ha l’auto diesel Euro 3 fermata dall’ordinanza antismog, c’è la possibilità di una tessera per il trasporto pubblico

Buone notizie per i veronesi con l’auto bloccata in garage dal piano antismog, scattato il primo ottobre e in vigore fino al 31 marzo. Il Comune e l’Atv mettono a disposizione mille Mover card da 15 euro per viaggiare sugli autobus della rete urbana come alternativa al mezzo privato. La Mover, lo ricordiamo, è la tessera elettronica su cui vengono caricati gli abbonamenti e i titoli del «borsellino elettronico», cioè importi da 15, 30 e 40 euro da spendere secondo le proprie necessità.L’iniziativa riguarda gli automobilisti dotati di veicoli «non a norma» (diesel fino a Euro 3 e benzina fino a Euro 1) che non possono usufrire delle deroghe alla circolazione. Per cui, per ottenere la tessera, bisogna autocertificare di rientrare in questa categoria. Come fare?Lo si fa attraverso un apposito modulo da scaricare dal sito del Comune e dell’azienda dei trasporti, oppure compilare direttamente agli uffici di Atv in piazza Renato Simoni.A partire da lunedì, i primi mille cittadini che lo presenteranno in biglietteria, insieme a una fototessera, riceveranno la Mover corrispondente a 12 corse dell’autobus. Palazzo Barbieri ha stanziato diecimila euro dai fondi del settore Ambiente e altri cinquemila sono arrivati dall’azienda del trasporto pubblico. Inutile sottolineare che l’iniziativa viaggia su un doppio binario, agevolare i cittadini toccati dalle misure antismog (lo stop coinvolge 30mila veicoli) e spingere sulla mobilità alternativa, com’è nello spirito di questa Amministrazione e in particolare degli assessori all’Urbanistica Ilaria Segala e alla Viabilità Luca Zanotto, fautori dei Mobility day e del Pums, il Piano urbano della mobilità sostenibile. «Sono in molti a segnalarci che il recente provvedimento ha comportato un incremento dell’uso dei mezzi pubblici fra chi, per così dire, non li conosceva. Speriamo che questi utenti siano invogliati a utilizzarli anche in futuro». Così ha sottolineato Segala presentando il progetto insieme a Zanotto e al presidente di Atv Massimo Bettarello, ieri a Palazzo Barbieri. «Infatti» ha aggiunto Zanotto «è un ulteriore modo per incentivare la mobilità alternativa, anche se in questo specifico caso sembra dettata solo da un blocco». «Un obiettivo che in Atv percorriamo da quando sono presidente» ha evidenziato Bettarello, ricordando le agevolazioni per chi si muove con l’autobus durante le domeniche ecologiche. «Il diritto alla mobilità è fondamentale per cui si cerca in ogni modo di consentirlo». A questo proposito, la Regione ha accolto le istanze del Comune di Verona e ha previsto fondi specifici a sostegno delle aziende, piccole e micro, che decidono di rottamare i propri mezzi commerciali fino a Euro 3. «Il bando» ha commentato l’assessore Segala, «dà un sostegno concreto agli artigiani veronesi che vogliono investire nella propria azienda. Il rinnovamento garantisce veicoli nuovi e meno inquinanti». «Questo», aggiunge l’assessore all’Ambiente, «permette il rinnovamento dei mezzi commerciali che girano in città e in centro storico. Stiamo lavorando per una città viva, più sostenibile e con una qualità dell’aria migliore: le iniziative condivise sono la strada giusta per raggiungere questo obiettivo comune a tutto il nord Italia».Sempre in materia di sostenibilità, è in partenza il corso Mobility Manager scolastico per insegnanti dalla primaria alle superiori. Le iscrizioni si chiudono il 18 ottobre.

Data: 11/10/2018