Il test della temperatura corporea su una passeggera asiatica

GLI SPECIALISTI. La congiuntivite potrebbe essere uno dei sintomi.
Insieme a bocca e naso, sono gli occhi la porta d’ingresso dei virus nel nostro corpo. E la congiuntivite è uno dei sintomi con cui le infezioni, inclusa quella causata dal coronavirus, possono manifestarsi. A sottolinearlo è la Società italiana di Oftalmologia (Soi), che elenca alcune corrette abitudini da mettere in pratica per prevenire i contagi. La congiuntivite è un’infiammazione, di origine batterica o virale, della membrana trasparente che ricopre l’interno della palpebra e il bulbo oculare. Il sintomo tipico è l’arrossamento degli occhi e può costituire un sintomo precoce del covid-19 nei pazienti infetti da questo virus. «Gli occhi, e in particolare la congiuntiva, – spiega il presidente della Soi Matteo Piovella – sono la diretta porta di ingresso per il coronavirus che viene poi trascinato tramite le vie di deflusso delle lacrime all’interno del naso e gola».«La congiuntivite virale, sintomo precoce della malattia, resta difficilmente identificabile rispetto le comuni e molto diffuse congiuntiviti». Per questo, oltre a lavare spesso e bene le mani, «un’altra misura fondamentale è l’utilizzo di un asciugamano per il viso e di un cuscino personale. Oltre, al divieto assoluto di toccare gli occhi con le dita».

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 11

Data: 16/02/2020