BORGO TRENTO
Non mi sembra una grande «pensata» quella partorita dalla Commissione consiliare sulle politiche della mobilità di istituire circa 100 stalli giallo/blu in Borgo Trento nelle vie Isonzo, Tonale e in parte di viale della Repubblica per favorire il parcheggio dei residenti senza garage dopo le ore 20. Questo non farà altro che peggiorare la situazione in tutte le altre vie del quartiere dove sarà possibile la sera continuare a parcheggiare senza nessuna limitazione. Fra poco quindi avremo cento auto in più di non residenti che, per recarsi in centro, cercheranno posto ad esempio in via Cesare Abba, via Carlo Ederle, via Medici, via Rovereto, via Anzani, via dei Mille e limitrofe sottraendo sempre più posti ai residenti muniti di permesso che faticheranno ancor più di adesso a parcheggiare l’auto vicino a casa. Visto che tutto il quartiere, di sera, soprattutto nei fine settimana e in occasione di grandi manifestazioni in città diventa un enorme parcheggio per il centro storico deve essere trovata una soluzione equa per tutti i residenti senza privilegiare alcune vie a danno di altre.VERONA

Tratto da: L'Arena - lettere - pag. 23

Data: 19/12/2018

Note: EUGENIO DALLE VEDOVE