18
VIABILITÀ. L’inizio dell’estate ripresenta le solite criticità. Compresi i cantieri che mandano in crisi il traffico in centro. Chiusa via Museo a Veronetta per un cedimento
Zanotto: «In Borgo Trento, al De Lellis e all’Arsenale sempre posti. Evidentemente la gente preferisce rischiare le multe»
E.S.
Tra lavori stradali e parcheggio selvaggio soprattutto nella zona tra Borgo Trento e il Teatro Romano il centro torna nella morsa del traffico, con pesanti disagi per i residenti. E le proteste non mancano, soprattutto per l’invasione sistematica, soprattutto nelle serate di spettacolo, degli stalli riservati, nelle ore serali, a quanti abitano in zona. «Il fatto è», sbotta l’assessore alla viabilità, Luca Zanotto, «che le norme che regolano i parcheggi sugli stalli blu, e su quelli gialloblù a servizio dei residenti, devono essere rispettate, cosa che in tanti purtroppo non fanno».Ma quello della sosta selvaggia è un fenomeno che si ripresenta ogni anno. «Nel quartiere di Borgo Trento», afferma Zanotto, «il problema c’è soprattutto durante la settimana per la presenza degli utenti e dei dipendenti dell’ospedale, pur in presenza, va detto, di un parcheggio a pagamento, il De Lellis, che però resta quasi sempre mezzo vuoto… Evidentemente per tanti è più comodo rischiare di prendere una multa sugli stalli blu, anche in presenza dei controlli costanti da parte della polizia municipale e degli accertatori della sosta».Con la stagione degli spettacoli che entra nel vivo, nella zona adiacente il Teatro Romano si registra una vera emergenza. «Anche qui», sottolinea Zanotto, «il problema è che tanti vogliono arrivare il più vicino possibile con l’automobile e nel più breve tempo… Ma la città è questa e la capacità di assorbimento del traffico è limitata». Ci sono possibili contromisure che si possono adottare? «I controlli dei vigili proseguiranno ovviamente», allarga le braccia l’assessore, «ma va detto che per quelli che sono impossibilitati a usare mezzi alternativi come la bicicletta o l’autobus, le strutture preposte alla sosta ci sono. Il parcheggio Arsenale, ad esempio, è a soli cinque minuti dal centro e non è mai pieno… Ma è il solito discorso: è a pagamento e piuttosto si rischia la multa».A proposito di controlli, da venerdì è in funzione la telecamera a guardia del varco di corso Sant’Anastasia. «E assicuro che sta sanzionando», fa sapere Zanotto, «quindi l’invito è di fare attenzione a quanto dispone l’ordinanza. È soprattutto una questione di sicurezza poiché la telecamera è a presidio di una zona pedonale e abbiamo deciso di attivarla non per fare multe me per garantire maggior sicurezza in un punto chiave della città. E finora», ricorda, «i divieti erano poco rispettati, tant’è che abbiamo rilevato una media di 130 veicoli al giorno che passavano senza autorizzazione… Le normative sono note ma ampiamente disattese e ciò, lo ribadisco, crea problemi, anche di insicurezza».A tutto ciò si aggiungono i cantieri stradali in pieno svolgimento, con disagi per i blocchi al traffico, in varie zone del centro. A causa del cedimento del pozzetto di una fognatura a cinque metri di profondità, si è deciso di chiudere anche via Museo, a Veronetta. I lavori, sospesi nel fine settimana per non creare disagi ai residenti, riprenderanno oggi. Sulla durata dell’intervento, ad Acque Veronesi non azzardano però previsioni. «Dipende dalla situazione che si troverà durante i lavori, poiché si tratta di una volta piuttosto profonda, quindi con difficoltà oggettive». Quanto ai disagi, si evidenzia che Acque Veronesi «fa circa 900 riparazioni l’anno, su una rete di mille chilometri, con 34mila tombini, quindi non resta che portare pazienza».

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 7

Data: 4/06/2018

Note: E.S.