Mercato, banchetti e traffico al mercato settimanale del Saval

I banchi potrebbero essere trasferiti in via Faliero L’assessore: «Migliorerebbe la vivibilità della zona» Ambulanti contrari. I residenti: «Qui parcheggi pieni».
Il trasferimento del mercato rionale del Saval nella piazza commerciale di via Marin Faliero «può essere un elemento di miglioramento, sviluppo e aggregazione per rivitalizzare un importante spazio del quartiere».Lo afferma il neo-assessore al Commercio, Nicolò Zavarise, che inizia il suo incarico proprio dalla controversa questione del trasloco delle bancarelle dall’attuale sede fra le vie Emo e Da Mosto, trasloco invocato da alcune parti e avversato da altre.Zavarise aggiunge: «Ho fatto stilare una nuova planimetria che porterò all’attenzione di tutti i soggetti interessati per poi proseguire con l’iter necessario per il trasferimento del mercato».Insomma la strada, pur aperta ad ulteriori confronti, sembra ormai segnata.Ricordiamo la vicenda. A molti residenti del Saval, e non solo a coloro che abitano nei palazzi prospicienti, l’attuale collocazione del mercato, nel parcheggio all’angolo fra le vie Emo e Da Mosto. Per vari motivi: dall’intralcio al traffico nei giorni delle bancarelle (martedì e venerdì) alla carenza di stalli causata dalle stesse soprattutto ai residenti di via Franchetti e dintorni; dalla paura che i banchi possano ostacolare interventi di emergenza delle ambulanze o dei mezzi antincendio, alla posizione “sacrificata” in poco spazio, che limita il movimento dei clienti.Eppure, replicano gli ambulanti restii all’ipotesi di un secondo trasferimento del mercato, «gli affari qui vanno bene. Vendiamo di più rispetto a quando le nostre bancarelle si trovavano nella precedente collocazione, nel parcheggio di via Dalle Aste, da dove eravamo stati costretti a spostarci a causa del cantiere del nuovo supermercato. E questo indicatore rivela che la clientela non è calata per colpa della posizione fra le vie Emo e Da Mosto, benché alcuni possano trovarla scomoda o fastidiosa. Sarà sufficiente aspettare che il supermercato, con il suo numeroso corredo di stalli, sia pronto».Da mesi in Comune si cerca di trovare la quadra per accontentare tutti: ambulanti, clienti e abitanti. Qualche proposta di trasloco è stata già avanzata, ma non ha trovato accoglimento da parte dei titolari dei banchi.Ma intanto continuano le lamentele: «Il problema principale», spiega un signore che abita nei palazzi vicini, «è legato ai parcheggi, che nelle giornate di mercato sono assolutamente intasati. Spostare i banchi in via Faliero sarebbe auspicabile».E un altro residente: «Le bancarelle nel luogo attuale hanno creato solo problemi. Difficoltà di parcheggio, ma anche ingorghi e incidenti, visto che la gente lascia l’auto perfino in curva per andare al mercato. Si diceva che sarebbe stata una situazione temporanea, in attesa del trasferimento nella piazza del centro commerciale di via Faliero».Interviene anche un’insegnante della vicina elementare Pertini, che elenca: «Disagi per i parcheggi nostri e dei colleghi di scuola, per la sicurezza che non c’è in caso di emergenza; è difficile transitare: c’è un viavai continuo dai giardini con le bici e a piedi». Zavarise ricorda che «del tema ho iniziato a occuparmi già da presidente della terza circoscrizione, riscontrando le criticità oggettive legate al traffico e alla sicurezza. Ho più volte ricevuto i residenti della zona e ho preso in carico le oltre mille firme che chiedevano lo spostamento del mercato nella piazza di via Marin Faliero. Ho svolto numerosi incontri anche con i negozianti della piazza medesima, che si sono mostrati ben felici di accogliere le bancarelle. Ora, da assessore, mi sono posto la questione come priorità».

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 21

Data: 15/05/2019

Note: Lorenza Costantino