Due giovani che hanno fatto l'esperienza del Servizio civile

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE/1. Al via i bandi per partecipare ai progetti proposti dal Centro Servizi per il volontariato
Sono 66 i posti a disposizione Stasera incontro nella sede Csv Le domande di partecipazione vanno inoltrate entro il 10 ottobre.Una finestra aperta su nuove prospettive. «Un’esperienza di crescita professionale che mi ha permesso di lavorare accanto a dei professionisti ma con qualcosa in più: la possibilità di entrare in contatto con altri giovani e con altre realtà, di ricevere una formazione personale e civica». È stato questo per Sara, 25 anni, l’anno appena trascorso in Servizio Civile al Centro Servizi per il volontariato (Csv). «Questa esperienza mi sta facendo capire quanto, con poco, possiamo fare tanto», riflette Jessica, 24 anni, in Servizio Civile all’Auser provinciale. «Ho voluto mettermi in gioco in un’attività socialmente utile prima di dedicarmi allo studio universitario con la speranza che possa essermi utile nella vita e per un futuro inserimento nel lavoro», testimonia Filippo, 20 anni, in Servizio alla biblioteca comunale di Mezzane.Sono alcune delle testimonianze e riflessioni dei ragazzi che hanno trascorso lo scorso anno impegnati nelle varie realtà del territorio con il Servizio Civile Universale (Scu). Un progetto che piace ai ragazzi e ancora di più al mondo del volontariato che può così contare su nuovi giovani, motivati e dinamici. E che verrà spiegato e raccontato stasera, 23 settembre, alle 18, negli spazi Csv di via Cantarane, 24 a Veronetta, durante un aperitivo informativo.Per quanti volessero candidarsi, il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile ha infatti recentemente pubblicato il nuovo bando. I progetti attivati per la Federazione del Volontariato di Verona sono sette per un totale di 66 posti. I progetti che fanno capo alla Federazione coinvolgono 39 associazioni che hanno lavorato in rete tra loro. E spaziano in tutti gli ambiti del mondo del volontariato. I giovani, dai 18 ai 28 anni, potranno scegliere se cimentarsi in attività a tutela del verde o dei beni culturali, trascorrere del tempo di qualità insieme agli anziani o ai disabili, schierarsi con i volontari del primo soccorso, impegnarsi in iniziative e nuove progettualità a contrasto della povertà. «Anno dopo anno le opportunità per i giovani che intendono trascorrere un anno per il prossimo si moltiplicano. I progetti della Federazione del Volontariato di Verona hanno fatto lavorare in rete una quarantina di associazioni che hanno co-progettato attività e condiviso obiettivi», spiega Chiara Tommasini, presidente del Csv.Nel dettaglio, i progetti sono «Greench», la storia nel verde, settore ambientale e tutela del patrimonio artistico, storico e culturale (7 posti); «A B Lì», l’alfabeto della abilità diverse, ambito disabilità (21 posti); «Grow up», Cittadini di domani crescono, ambito minori (6 posti); «Space», Spazi per l’inclusione sociale e l’emergenza abitativa, ambito disagio adulto e povertà (7 posti); «Design» Disegni Educativi e Sociali per l’Inclusione Giovanile, ambito minori e educazione (12 posti); «Paracetamolo», ambito salute e prevenzione (7 posti); «Arte» Anziani Risorse per il Territorio, ambito anziani (6 posti). Lo Scu, organizzato in 25 ore settimanali, permette di vivere un’esperienza nel Terzo settore, integrando il proprio bagaglio culturale, emotivo, di nuove competenze. Si offre una formazione gratuita di oltre 100 ore su temi dalla cittadinanza attiva, progettazione sociale, sulla gestione di un’associazione o ente del Terzo settore, sulla comunicazione. Viene assegnata un’indennità mensile di 439.50 euro. La domanda di partecipazione va inoltrata entro le 14 di giovedì 10 ottobre come indicato nel sito www.csv.verona.it. È consentita una sola candidatura per un solo progetto. Video, news, informazioni e interviste sono online anche nello spazio facebook del Csv che per stasera e lo Scu ha creato un nuovo evento (www.facebook.com/events/518719505610747/).

Tratto da: L'Arena - cronaca- pag. 16