Intitolare una piazza della città a Mauro Fiorese, l’artista e fotografo veronese scomparso il 4 dicembre scorso, all’età di 46 anni. Lo chiede una mozione presentata dal consigliere comunale della Lista Tosi, Katia Forte, sottoscritta dall’intero Consiglio, sindaco Flavio Tosi compreso.

«È un atto dovuto», spiega la Forte, «per omaggiare un importantissimo fotografo, Mauro, protagonista attivo con la sua opera artistica e umana nello sviluppo della nostra città. Fiorese», prosegue la proponente, «è stato essenza di passione umana e amore per la vita e, ancor prima di divenire artista, cultore dell’energia racchiusa all’interno di ogni immagine».Katia Forte sottolinea inoltre: «Uomo eclettico e instancabile artista, Mauro è stato fotografo, docente e consulente nell’ambito della ricerca fotografica. Un veronese che ha rappresentato e, con la sua arte, continuerà a rappresentare sempre il meglio e il grande della nostra città».La mozione, dunque, impegna il sindaco e la Giunta a intitolare una piazza a Fiorese, «protagonista dello sviluppo della città e per la sua costante opera nell’affermazione di valori come guardare, conoscere, studiare per poi metabolizzare, dimenticare, creare». L’artista ha insegnato fotografia all’Accademia di Belle arti di Verona e linguaggio fotografico alla facoltà di lettere e filosofia dell’Università di Verona. Autore di diverse pubblicazioni, ha esposto in Italia e all’estero. È stato consulente del Centro internazionale di fotografia Scavi scaligeri.E.G.

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA

Data: 20/12/2016

Note: CRONACA - pagina 15