image
SAN ZENO. Torna domenica il mercato dell’antiquariato organizzato da Retrobottega. Degustazioni a base di castagne.
Dall 8 alle 19 espositori da tutta Italia. Musica con artisti emergenti e attività ricreative per i più piccoli.

 

È tempo di zucca e «Verona Antiquaria» si tinge di arancione. Sarà questo il tema del prossimo mercato dell’antiquariato che domenica 2 novembre, dalle 8 alle 19, animerà il quartiere di San Zeno, sotto il motto «dolcetto o scherzetto». Ma la degustazione del mese sarà per un frutto icona dell’autunno: la castagna. Simbolo perfetto della stagione in corso, questo frutto si potrà «scoprire» nel laboratorio di Coldiretti e sarà accompagnato dal frutto della mela, dopo il successo dello scorso mese. Per molto tempo la castagna ha rappresentato una delle principali fonti per l’alimentazione e in alcuni casi è stata pure una sorta di moneta di scambio. Sulla tavola si accompagna con salame e vino novello mentre nella tradizione contadina si tramanda l’importanza dell’albero di castagno con un soprannome: albero del pane, per essere una fonte di materie prime sia alimentare che economica. 
Questo il «contorno», perché al centro de! lla manifestazione ci saranno le bancarelle con oggetti di collezionismo, modernariato e vintage. Oltre cento espositori si distribuiranno nelle piazze San Zeno, Pozza e Corrubio con libri, mobili, opere d’arte, tappeti, gioielli, orologi, vecchie bambole e giocattoli di un tempo. Collezionisti ed appassionati troveranno pure un ricco carnet di spettacoli ed iniziative collaterali con il filo conduttore musicale dedicato alla canzone emergente e alla dance electro-pop. 
A promuovere «Verona Antiquaria» è l’Associazione culturale Retrobottega insieme al settore Commercio attività produttive del Comune con il patrocinio del Consorzio Lago di Garda Veneto e la partecipazione della Federazione provinciale Coldiretti. «Con l’etichetta VRec», commenta Alessandra Biti di Retrobottega, «intendiamo valorizzare il talento emergente italiano e dare una visibilità di piazza agli artisti in ascesa. Vrec è una “Global label” , cioè una etichetta che lavora per ! valorizzare gli artisti prima nel proprio territorio per poi l! anciarli nel mercato nazionale. Retrobottega con Anthill Booking e VRec creerà il Corner Vrec per l’esibizione dei talenti “targati” dall’etichetta». Il programma artistico vedrà esibirsi il duo folk-pop Terzacorda, il cantautore milanese Giubbonsky e il quintetto padovano Uncledog. Inoltre suoneranno i Waiting Area, un duo acustico che ripropone i più bei brani del momento e degli ultimi anni sia dance che pop, e i Briganti del folk con un repertorio di canzoni da cantare in compagnia della tradizione, della musica popolare e del folklore della terra. Per i più piccoli non mancheranno momenti di magia con Monsieur en-p dove tutto «diventa più interessante ed affascinante» e con la Strega e la Zucca dove una ninfa racconta fiabe nella magica atmosfera del piccolo teatro allestito nel giardino centrale.M.CERP

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA

Data: 29/10/2014

Note: CRONACA – Pagina 21