BORGO TRENTO. La strada nel cuore del quartiere è ancora ostaggio del parcheggio mai finito

Viale della Repubblica, il cantiere dimenticato

Residenti e commercianti: «Positiva la sistemazione del marciapiede
ma c’è ancora incertezza sul futuro. Servono delle risposte urgenti»

Il cantiere in stato di abbandono che corre lungo viale della Repubblica DIENNE FOTO

Viale della Repubblica, il cantiere dimenticato: il progetto di un parcheggio interrato è fermo da mesi e nessuno ne parla, neppure i candidati sindaco. Non si muove nulla e resta lo spettro di un «lavoro a metà e che potrebbe ripartire in ogni momento».È quanto si sente lungo viale della Repubblica, nel cuore di Borgo Trento, nella zona nota come Campagnola. I residenti si interrogano e i negozianti sperano «si giunga presto ad una risposta, mai arrivata». «Abbiamo perso quattro anni per un nulla di fatto», commenta Gian Marco Cavallin, titolare del negozio Rapid Foto. Il caso del cantiere fantasma è approdato più volte in sede circoscrizionale dove la vicenda ha raccolto all’unanimità l’indignazione per di un progetto che da più parti si sentiva oramai «fallito».Poi, quella che sembrava essere la svolta: lo scorso dicembre fu eseguita la pulizia della strada e fu smantellato il lato sud del cantiere, quello adiacente il muro parrocchiale. Si trattava di un’operazione attesa da tempo, ma per il ripristino completo del marciapiede con i suoi suoi alberi si dovrà attendere ancora qualche mese e a due riprese.Alla fine, il decoro è stato ripristinato e quel lato è a posto. Tuttavia, «resta l’incognita di una ripresa del progetto», dice Cavallin. «Non è un sentito dire, perché il condominio accanto al cantiere ha ancora i sottoservizi posti all’esterno e non c’è stato alcun via libera al loro ripristino. È uno stallo che apre qualche interrogativo».«La sistemazione del marciapiede a ridosso della parrocchia», continua, «è un fatto positivo, ma non copre gli anni di disagio e quanto abbiamo subito con l’avvio del cantiere. Tutto per nulla e con ancora dubbi sul futuro». Il cantiere si era reso necessario per la creazione di un parcheggio interrato di tre piani, ma dopo i primi lavori avviati a fine gennaio 2013 non si fece più nulla.La scorsa estate è decaduto il permesso di costruire e i lavori di manutenzione per il ripristino del marciapiede sono iniziati lo scorso 23 dicembre. Lavori presi in carico dal Comune per il mancato ripristino della viabilità da parte della ditta incaricata, precisando che «i costi saranno attribuiti alla società titolare della concessione».Lo scorso 27 maggio è stata completata la piantumazione degli alberi, ma resta il cantiere sull’altro lato della strada. Nel frattempo, sono terminati i lavori del parcheggio all’interno dell’ex Arsenale con ingresso da via Cappellini e a breve sarà inaugurato. Il nuovo parcheggio amplierà la disponibilità di posti auto attorno a piazzale Cadorna per chi si reca in centro e per i residenti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Tratto da: L'Arena il Giornale di Verona

Data: 23/06/2017

Note: cronaca pag 21