image

Entro il 12 agosto, e non metà settembre come convenuto il 24 luglio con il Comune, l’impresa Soveco s’impegna a ripulire il cantiere e ripristinare la circolazione nel tratto finale di viale della Repubblica, in Borgo Trento, dove da mesi è fermo il cantiere per costruire un parcheggio interrato per privati.

 È quanto fra l’altro contenuto nella proposta formulata dalla Soveco all’Amministrazione comunale che aveva imposto all’impresa di ripristinare la circolazione nella zona assediata da erbacce e topi, con penale di 1.500 euro al giorno in caso di mancato rispetto. Come aveva scritto L’Arena l’azienda aveva accettato le condizioni del Comune. Sottolineate poi dal comandante della Polizia municipale, Luigi Altamura, ricordando che il 13 e 14 settembre viale della Repubblica dovrà essere aperta al traffico verso piazzale Cadorna, durante l’adunata triveneta degli Alpini, che porterà 70mila persone ammassate lì vicino. Su iniziativa dell’a! ssessore al patrimonio Pierluigi Paloschi la Giunta ha deciso di accogliere la proposta di accordo con l’impresa. «Essa presenterà una variante per diminuire il numero di posti auto da realizzare», spiega Paloschi, confermando quanto già pubblicato nei giorni scorsi, «impegnandosi a concludere i lavori entro 18 mesi. E confermando di riaprire la strada, con il ripristino della viabilità, entro il 12 agosto anziché il 18 settembre, come inizialmente convenuto. L’Amministrazione non poteva fare diversamente perché per legge il titolo edilizio, una volta scaduto, deve venire prorogato per due anni qualora la ditta, come in questo caso, lo richieda. La penale viene quindi sospesa e verrà riapplicata a partire dal momento in cui il cantiere ripartirà».E.G.

Tratto da: L'Arena, IL GIORNALE DI VERONA

Data: 31/07/2014

Note: CRONACA – Pagina 11